Se in Europa nei primi tre mesi di quest’anno la media dei tempi di pagamento della Pubblica Amministrazione è stata di 65 giorni, in Italia è quasi tre volte superiore: per la precisione 180 giorni. Nessuno – segnala un’elaborazione della  CGIA di Mestre –  fa peggio di noi. Tra i grandi Paesi dell’Ue, con i quali siamo chiamati a confrontarci ogni giorno, la Pubblica amministrazione francese paga i propri fornitori mediamente dopo 65 giorni, quella del Regno Unito dopo 43 e quella tedesca dopo 36.

 

Purtroppo, le note dolenti non finiscono qui. Sempre secondo l’elaborazione della CGIA di Mestre su dati Intrum Justitia, a preoccupare le aziende private che lavorano con lo Stato o con gli Enti pubblici sono anche i ritardi medi di pagamento. Sempre nei primi mesi di quest’anno, a livello europeo è la Grecia a registrare il ritardo più elevato: 114 giorni. Subito dopo viene l’Italia, con 90 giorni ed al terzo posto la Spagna, con 80 giorni. Nulla a che vedere con i risultati registrati dalla Francia (21 giorni), dal Regno Unito (18 giorni) e dalla Germania (11).

 

“Se in queste ore il Governo Monti sta sbloccando una parte dei 70 miliardi di euro di debiti che lo Stato ha accumulato in questi ultimi anni nei confronti delle imprese private – commenta Giuseppe Bortolussi segretario della CGIA di Mestre – rimane comunque da fare un altro passo molto importante. Mi riferisco alla necessità di recepire quanto prima la Direttiva europea contro i ritardi nei pagamenti che obbliga i Paesi membri a stabilire per legge tempi di pagamento, tra imprese e tra imprese e pubblica amministrazione, non superiori a 60 giorni”.

 

TEMPI medi di pagamento in Europa (periodo gen. – mar. 2012)
(valori medi espressi in giorni)

 

Tra Pubblica Amministrazione e imprese private

ITALIA

180

GRECIA

174

SPAGNA

160

PORTOGALLO

139

CIPRO

83

BELGIO

73

FRANCIA

65

REPUBBLICA SLOVACCA

62

UNGHERIA

57

LITUANIA

56

BULGARIA

52

IRLANDA

48

ROMANIA

45

SLOVENIA

45

AUSTRIA

44

OLANDA

44

REGNO UNITO

43

REPUBBLICA CECA

42

SVIZZERA

42

POLONIA

39

LETTONIA

38

DANIMARCA

37

GERMANIA

36

SVEZIA

35

ISLANDA

34

NORVEGIA

34

ESTONIA

25

FINLANDIA

24

Media

65

 

Elaborazione Ufficio Studi CGIA di Mestre su dati Intrum Justitia

 

 

RITARDI medi di pagamento in Europa (periodo gen. – mar. 2012)
(valori medi espressi in giorni)

 

Tra Pubblica Amministrazione e imprese private

GRECIA

114

ITALIA

90

SPAGNA

80

PORTOGALLO

79

REPUBBLICA SLOVACCA

32

BELGIO

28

UNGHERIA

27

LITUANIA

26

CIPRO

23

BULGARIA

22

FRANCIA

21

ROMANIA

20

OLANDA

19

POLONIA

19

LETTONIA

18

REGNO UNITO

18

SLOVENIA

15

AUSTRIA

14

IRLANDA

13

REPUBBLICA CECA

12

DANIMARCA

12

SVIZZERA

12

GERMANIA

11

ESTONIA

10

ISLANDA

9

NORVEGIA

9

SVEZIA

7

FINLANDIA

4

 

Elaborazione Ufficio Studi CGIA di Mestre su dati Intrum Justitia