Il 2011, l’anno delle manovre di Tremonti e Monti, verrà ricordato da tutti gli italiani come l’anno del “grande salasso”. Nella seconda metà dell’anno il nostro Paese si è trovato in una posizione di grave rischio che il governo Berlusconi e poi il governo tecnico di Monti hanno tentato di arginare emanando una serie di decreti che hanno operato soprattutto sull’aumento delle tasse. Con un’analisi semplice e immediata Giuseppe Bortolussi ci porta a capire le motivazioni che hanno reso necessarie le manovre e illustra come e quanto queste peseranno nelle tasche di famiglie e imprese italiane. Attraverso tabelle e simulazioni dettagliate questo libro evidenzia, in maniera chiara, gli effetti cumulativi delle manovre su alcune tipologie famigliari e imprenditoriali: dall’operaio single all’amministratore delegato, dall’artigiano alla società con diciotto dipendenti. “Lacrime e sangue”, dunque. Ma anche uno spiraglio di luce se, a fianco delle tasse, verranno decise politiche volte allo sviluppo del nostro Paese.

 

 

Acquista il libro