Dallo scorso primo agosto è operativo il nuovo Fsba, Fondo di solidarietà bilaterale alternativo dell’artigianato che sostituisce la cassa integrazione in deroga, misura, quest’ultima che veniva erogata ai dipendenti delle aziende artigiane che temporaneamente si trovavano senza lavoro. I nuovi assegni saranno pagati grazie ai versamenti di imprese e lavoratori che applicano i contratti dell’artigianato. Il fondo “interessa” un milione di lavoratori e 300 mila aziende. L’assegno  può arrivare a 971 euro al mese più i contributi previdenziali. Si tratta del primo grande fondo bilaterale nato in seguito alle novità introdotte dalla riforma Fornero del 2012 e dal Jobs act. L’Fsba eroga un assegno ordinario o, in alternativa, un assegno di solidarietà. Il primo dura 13 settimane e copre anche la sospensione totale dal lavoro. Il secondo serve per ridurre l’orario di lavoro evitando i licenziamenti, sul modello del contratto di solidarietà. Il fondo è il frutto di accordi negoziati tra i sindacati e le organizzazioni di categoria artigiane.