CGIA MESTRE » Area Stampa » FISCO BUROCRAZIA E GIUSTIZIA » Primo piano » Uscite sulla stampa » BUROCRAZIA OPPRESSIVA: LE PMI “RISCHIANO” 111 CONTROLLI L’ANNO

1038128_18205862

BUROCRAZIA OPPRESSIVA: LE PMI “RISCHIANO” 111 CONTROLLI L’ANNO

Si rafforza il potere ispettivo dello Stato e delle strutture periferiche nei confronti delle imprese. L’Ufficio studi della CGIA ha calcolato che, potenzialmente, una piccola azienda italiana può essere soggetta a ben 111 controlli da parte di 15 diversi istituti, agenzie o enti pubblici. In linea puramente teorica, praticamente uno ogni 3 giorni. E rispetto alla prima rilevazione eseguita dagli artigiani mestrini nel 2014, la situazione è addirittura peggiorata. Nonostante il numero dei controllori sia rimasto pressoché lo stesso, le possibili ispezioni, invece, sono aumentate di 14 unità.

 

 

 

 

 

 

L’elaborazione della CGIA è iniziata suddividendo il quadro legislativo generale in quattro grandi settori, dopodiché per ciascuno di essi è stato conteggiato il numero dei possibili controlli che un’attività produttiva può incorrere e gli enti deputati all’attività ispettiva. In estrema sintesi, riportiamo più sotto le aree, il numero di potenziali ispezioni e le strutture pubbliche coinvolte…..

 

 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTA LA NEWS

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTI I CONTROLLI SULLE PICCOLE IMPRESE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tags: , , , , ,

Lascia un commento

Devi essere ISCRITTO per scrivere un commento.

Categorie

  • Comparto casa
  • Comparto auto
  • Trasporti
  • Servizi alla persona
  • Varie