CGIA MESTRE » Categorie » News » ALIMENTAZIONE – NUOVA PROCEDURA PER LA NOTIFICA SANITARIA DI REGISTRAZIONE DEGLI OPERATORI SETTORE ALIMENTARE (OSA)

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

ALIMENTAZIONE – NUOVA PROCEDURA PER LA NOTIFICA SANITARIA DI REGISTRAZIONE DEGLI OPERATORI SETTORE ALIMENTARE (OSA)

La Regione Veneto – Direzione Prevenzione, Sicurezza Alimentare, Veterinaria ha emanato la circolare 14 agosto 2017 prot. N. 349449 ” Notifica sanitaria ai fini della registrazione degli Operatori Settore Alimentare (OSA) ai sensi dell’art. 6 paragrafo 2 Regolamento CE n. 852/2004. Nuova procedura e modulistica di riferimento”.

 

In sintesi, la circolare regionale prevede che, qualora non necessiti il riconoscimento, unitamente alla SCIA relativa alle attività commerciali e assimilabili, gli Operatori del Settore Alimentare (OSA) presentino alla AULSS, tramite SUAP territorialmente competente, la notifica ai fini della registrazione ai sensi dell’art. 6 del Regolamento CE n. 852/2004 (vedere modulo in allegato 1 alla presente).

 

La notifica sopracitata deve essere presentata solamente in occasione di:

 

– avvio dell’attività;

– subingresso;

– modifica della tipologia di attività;

– cessazione o sospensione temporanea dell’attività.

 

Questa nuova modulistica di notifica di registrazione (ed è questa senza dubbio una positiva semplificazione burocratica) fa sì che tutti gli altri adempimenti precedentemente previsti in ordine alla registrazione (quali modifiche strutturali o impiantistiche dei locali, dati relativi alle unità mobili di trasporto funzionali ad uno stabilimento già registrato/riconosciuto, ecc.) non devono più essere effettuati.

 

Il  nuovo modello di notifica ai fini della registrazione è, a far data dal 30 giugno 2017,  unico ed omogeneo in tutto il territorio nazionale e pertanto non è previsto che gli OSA interessati presentino, ai fini della registrazione, nessuna ulteriore documentazione quali planimetrie, asseverazioni, relazioni tecniche e schede dati produttivi che invece fino a prima erano previsto dalla DGR Veneto n. 3710/2007,  ora abrogata.

 

Pertanto, saranno dichiarati inammissibili le notifiche per la registrazione prodotte dagli OSA in difformità al nuovo modello (quindi, a mano, via fax, ancora con i modelli B1 e B2 previsti dall’abrogata DGR Veneto n. 3710/2007 o allegando documentazione non richiesta). L’AULSS competente provvederà celermente ad informare il richiedente OSA che tale notifica non produce alcun effetto  e che pertanto non è possibile dare seguito alla registrazione dello stabilimento (ovvero dell’attività).

 

Fatto salvo che quanto previsto dalla Regione Veneto va, come detto, nel senso di una semplificazione e di un alleggerimento degli adempimenti burocratici e per tale ragione accolto con favore, dal’altro lato va evidenziato che congiuntamente aumenta il fattore di responsabilizzazione dell’OSA  e l’importanza dei piani di autocontrollo igienico-sanitari aziendali (HACCP) che dovranno pertanto essere contestualmente aggiornati ogniqualvolta intervengano tutte quelle variazioni che non hanno più obbligo di comunicazione, ma che devono puntualmente essere riportate nei piani HACCP  e che possono comunque essere oggetto di controllo da parte degli organi preposti.

 

 

 

 

 

 

Tags: , , , , , ,

Lascia un commento

Devi essere ISCRITTO per scrivere un commento.

Categorie

  • Comparto casa
  • Comparto auto
  • Trasporti
  • Servizi alla persona
  • Varie