CGIA MESTRE » Area Stampa » Boom della spesa pubblica in Italia

800746_86695646

Boom della spesa pubblica in Italia

Tra il 2000 ed il 2010, la spesa pubblica italiana, al netto degli interessi sul debito, è aumentata di 141,7 mld di euro (*), pari al +24,4%. L’anno scorso la spesa ha raggiunto quota 723,3 mld di euro: in rapporto al Pil, sempre nel 2010, le uscite pubbliche dello Stato hanno raggiunto il 46,7%,  6,8 punti in più rispetto a 10 anni prima. Sempre nel 2010, lo Stato ha speso 11.931 euro per ciascun cittadino italiano: 1.875 euro in più rispetto  a quanto spendeva nel 2000.

Le spese correnti (per quasi 2/3 riconducibili ai stipendi dei dipendenti del pubblico impiego e alle prestazioni sociali) costituiscono il 93,2% del totale della spesa pubblica. La CGIA, che ha elaborato questi dati,  segnala che i redditi dei  dipendenti del pubblico impiego, nonostante in questi ultimi 10 anni lo stock dei lavoratori sia decisamente diminuito, sono aumentati del +12,9%. I consumi intermedi (manutenzioni, affitti, energia elettrica, acqua, gas, materiale di consumo, etc.), hanno subito un incremento del +24,9%, gli acquisti di beni e servizi da destinare ai privati (medicinali, apparecchiature sanitarie, etc.) sono lievitati del +34,6%, mentre le prestazioni sociali hanno registrato una crescita del +24,6%.

“Il trend di crescita registrato dalle uscite pubbliche  nell’ultimo decennio – commenta Giuseppe Bortolussi segretario della CGIA di Mestre – dimostra che è necessario invertire le politiche di bilancio sin qui realizzate.   Non è più possibile agire prevalentemente sul fronte delle nuove entrate per riportare in ordine i nostri conti pubblici. Bisogna, invece, intervenire sulla spesa pubblica improduttiva. In questi giorni sentiamo echeggiare, dopo che i cittadini hanno subito in questi ultimi mesi una raffica di nuove tasse ed imposte, la possibile introduzione di una patrimoniale o, come ha suggerito la Banca d’Italia, il ripristino dell’Ici sulla prima casa. Se ciò si verificasse, darebbe luogo ad un ulteriore aumento del carico fiscale che deprimerebbe ancor più la capacità di spesa delle famiglie italiane che già oggi si trovano in una situazione di estrema difficoltà”.

(*) l’importo riferito al 2000 è stato rivalutato al 2010.

Clicca qui per visualizzare le tabelle.

 

 

Tags: , ,

8 Responses to “Boom della spesa pubblica in Italia”

  1. […] impiego e alle prestazioni sociali) costituiscono il 93,2% del totale della spesa pubblica. Boom della spesa pubblica in Italia: + 141,7 miliardi negli ultimi 10 anni | CGIA MESTRE i tagli alla spesa pubblica sono solo nella tua immaginazione, dal dopoguerra ad oggi spesa […]

  2. […] Il punto é: il report della CGIA di Mestre sulla spesa pubblica correttamente fa il quadro della situazione e altrettanto correttamente punta il dito sulle spese […]

  3. […] PIL ed è rappresentata per quasi il 93% da stipendi dei dipendenti pubblici e dei servizi. (fonte: CGIA Mestre). Solo con un conto stupidissimo capiamo che una spesa annua di 890 miliardi è alla lunga […]

  4. […] è al minimo (è di oggi la cifra di 50 miliardi di euro evasi: molto, se si considera che la spesa pubblica totale ammonta a 723 miliardi di euro); insostenibile da noi, dove un terzo dell’economia è sommersa (e non sempre e non solo per […]

  5. […] Mazzufferihttp://www.cgiamestre.com/2011/10/boom-della-spesa-pubblica-in-italia/ 3 ore fa · Mi […]

  6. […] hanno speso i denari facili dell’euro pre-crisi nello sviluppare l’economia privata, non quella pubblica. E gli scandali recenti su EXPO, regioni, fondi strutturali e ex ministri dovrebbe portare a […]

Lascia un commento

Devi essere ISCRITTO per scrivere un commento.

Categorie

  • Comparto casa
  • Comparto auto
  • Trasporti
  • Servizi alla persona
  • Varie