L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 109/E del 24.11.2011, ha istituito il codice tributo 1843 relativo al versamento, tramite F24, dell’imposta sostitutiva per affrancare i valori relativi ad avviamenti, marchi d’impresa e altre attività immateriali iscritti nel bilancio consolidato.

 

Con la risoluzione n. 110/E del 24.11.2011 è stato inoltre istituito il codice tributo 1063 per consentire il versamento, tramite l’F24, della ritenuta e degli interessi legali che danno diritto all’esenzione dalle imposte sugli interessi e sui canoni corrisposti a soggetti residenti in Stati membri dell’Unione Europea. L’esenzione è applicabile per i prestiti in atto fino al 6 luglio 2011, anche agli interessi già versati, purchè il sostituto d’imposta provveda entro il 30 novembre 2011 a versare la ritenuta.

 

Con la risoluzione n.120/E del 12.12.2011 sono stati istituiti 41 nuovi codici tributo per il versamento di somme dovute a seguito delle comunicazioni inviate ai sensi dell’articolo 36-bis del Dpr n. 600/1973. I codici dal “900A” al “940A” verranno utilizzati dai contribuenti nell’eventualità in cui il destinatario delle comunicazioni inviate ai sensi dell’articolo 36-bis, alle quali viene allegato il modello F24 precompilato, intenda pagare solamente una quota dell’importo complessivo richiesto con il codice tributo “9001”.