Nel fine settimana sono usciti alcuni chiarimenti da parte del Ministero degli Interni sulla possibilità, da parte degli edili, di lavorare o meno.

 

Innanzitutto, è stato chiarito che gli edili possono prestare le proprie attività lavorative qualora siano da considerarsi indispensabili e non prorogabili, nel rispetto delle norme di sicurezza previsto dal Protocollo di contenimento diffusione Coronavirus (1 metro di distanza, etc.). Per questa fattispecie, pare di capire che ci si riferisce ad attività da tenersi presso abitazioni private.

 

Chi, invece, svolge l’attività lavorativa presso un cantiere, può farlo rispettando le distanze minime (come da Protocollo) e avvisando il coordinatore per l’esecuzione dei lavori che il cantiere è aperto.

 

Rimaniamo a disposizione per ulteriori chiarimenti allo 041-23.86.703 e con l’occasione porgiamo cordiali saluti.

Ufficio Sindacale
Mestre 16.03.2020