Anche a luglio le bollette di luce e gas subiranno una forte impennata. A dirlo è  il centro studi Nomisma Energia. Secondo il centro il gas avrà un incremento del 2%, la bolletta dell’elettricità dell’1-1,5%.

“Dal 1 luglio gas e elettricità aumenteranno ancora per effetto dei prezzi delle materie prime registrati nei mesi passati”, spiega il presidente Davide Tabarelli al Gr Rai. Già da ottobre, prosegue, “vedremo però riduzioni”, grazie al calo delle quotazioni del petrolio.

Comunque non tutte le notizie sono negative. Il presidente di Nomisma Energia prevede  un calo dei prezzi del carburante per gli automobilisti: “i prezzi dei carburanti stanno scendendo perché a livello internazionale il prezzo del petrolio finalmente cala, si trascina al ribasso anche il prezzo internazionale della benzina, e pertanto alla pompa avremo delle riduzioni nei prossimi giorni di 5-10 centesimi”. Per Tabarelli dunque i prezzi dei carburanti potrebbero scendere “sotto 1,8 per la benzina e sotto 1,7 per il gasolio”.

Secondo alcuni istituti di ricerca la spesa per l’energia elettrica, i combustibili ed i trasporti delle famiglie italiane ha superato il 19% e ha sorpassato nel 2012 quella per gli alimentari e le bevande.