Si è attestato all’8% il tasso di disoccupazione nei Paesi Ocse ad aprile, rimanendo pressoché invariato rispetto al livello registrato nel mese precedente. A renderlo noto è l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse), aggiungendo che nell’Eurozona il tasso di disoccupazione ha raggiunto un nuovo record al 12,2%, mentre nell’Unione europea il dato si è attestato all’11%, stabile da marzo.

 

Ad aprile 48,5 milioni di persone erano senza impiego nell’area Ocse, in aumento di 0,2 milioni di unità da marzo e di 13,7 milioni di unità superiore rispetto a luglio 2008. Il tasso di disoccupazione più alto ad aprile è stato registrato in Grecia (27% secondo gli ultimi dati disponibili di febbraio), seguita dalla Spagna (26,8%), dal Portogallo (17,8%) dalla Slovacchia (14,5%) e dall’Irlanda (13,5%). La percentuale dei senza impiego è invece rimasta al di sotto del 5,5% in Austria, Germania, Giappone e Messico.