In conseguenza dei rilevi mossi dal Garante della Privacy, l’Agenzia delle Entrate ha introdotto delle nuove regole:

– per la memorizzazione delle fatture elettroniche

– per l’utilizzo del servizio di consultazione da intermediari e contribuenti.

In particolare, è previsto che sia il contribuente a dare l’assenso (con sottoscrizione di apposito accordo di servizio attivo dal 3/05/2019) alle funzionalità di consultazione/estrazione dei duplicati delle fatture xml:

a) in presenza di accordo: l’SDI memorizza l’intero file (inclusi i dati non fiscali), che rende disponibile solo alla controparte (cliente e fornitore) che ha sottoscritto l’accordo

b) in assenza di accordo: l’SDI rende consultabile/scaricabile il file xml solo fino all’avvenuto recapito al destinatario (il file rimane disponibile all’SDI limitatamente ai dati fiscali).