La Polizia Stradale ha intensificato i controlli in due weekend di inizio primavera. Tra il 27-28 marzo e il 4-5 aprile è stata messa in campo una vera e propria task force coordinata dalla Polizia Stradale di Roma. Il risultato: 3.000 veicoli controllati (2.700 destinati al trasporto merci e 300 autobus), 850 risultati non in regola (790 veicoli pesanti), dei quali il 30% comunitari e il 3% extracomunitari, per un totale di 1.227 violazioni alla normativa specifica.

 

Di questi, 30 i trasporti abusivi (in assenza di titolo autorizzativo o non rispettando le regole del cabotaggio) e in altri 50 riscontrate irregolarità al documento di trasporto.

 

40 le violazioni alla normativa in tema di tempi di guida e di riposo e 150 infrazioni alla normativa sull’obbligo di revisione del veicolo e di inefficienze varie dei dispositivi e degli equipaggiamenti, oltre a 90 trasporti in condizione di sovraccarico.

 

In Friuli Venezia Giulia le pattuglie hanno intercettato e sanzionato un furgone che percorreva contromano il raccordo Villesse-Gorizia e denunciato il conducente di un veicolo industriale straniero il cui rimorchio è risultato rubato in Spagna.