Il provvedimento che eroga 80 euro in più in busta paga ai lavoratori dipendenti che percepiscono un reddito annuo fino a 24mila euro è stato realizzato con intenzioni ambiziose. Le ha spiegate Pier Carlo Padoan, ministro dell’Economia, nel corso della trasmissione In mezz’ora, affermando che l’idea del governo è duplice: la norma intende semplificare la vita dei contribuenti onesti e spostare il carico fiscale in modo da determinare maggiore crescita e lavoro. Il titolare del Tesoro ha, inoltre, definito la misura permanente, sostenendo che contribuirà ad aumentare la fiducia dei risparmiatori e farci uscire più velocemente dalla crisi.

 

“Se lo Stato dà una cifra a cittadini e imprese che smetterà di essere erogata, la mettono da parte. Se la cifra è permanente, il comportamento cambia, aumenta la fiducia e si esce più rapidamente dalla crisi”, ha poi precisato. E, a proposito della Tasi, ha detto: “va vista nella strategia complessiva del Governo che ha ridotto considerevolmente il peso fiscale per le famiglie medio basse con le misure sull’Irpef e sulle imprese con le misure sull’Irap e continuerà ad alleggerire la pressione”.