Segue il Comune di Moruzzo (Ud) e quello di Treviso. Il Comune più “povero” è Dambel (Trento).

 

 

 

Dai dati delle dichiarazioni dei redditi riferite al 2012, opportunamente elaborati dall’Ufficio studi della CGIA, Padova risulta essere il Comune con il reddito Irpef medio più elevato nel Nordest. La città del Santo guida, infatti, la graduatoria nordestina con un imponibile per contribuente pari a 29.915 euro: segue il Comune di Moruzzo (Udine), con 29.660 euro e quello di Treviso, con 29.645 euro. Appena fuori dal podio troviamo Brunico (Bz), con un‘Irpef media di 29.065 euro, Noventa Padovana (Pd), con 28.715 euro e Monteviale (Vi), con 28.709 euro.

 

I dati elaborati dalla CGIA permettono di individuare anche le realtà comunali dove il livello di reddito è minore. A chiudere la classifica delle tre regioni nordestine è Dambel (Tn), con un imponibile Irpef di soli 14.344 euro per contribuente, al penultimo posto troviamo Drenchia (Ud), con 15.165 euro, mentre al terzultimo posto si piazza Velo Veronese (Vr), con 15.848 euro.

 

Seppur in calo, a seguito della crisi che ha aumentato il numero dei cassaintegrati e dei disoccupati – segnala Giuseppe Bortolussi segretario della CGIA – i dati medi riferiti all’imponibile Irpef rimangono ancora abbastanza elevati. Tuttavia, la crisi ha impoverito un po’ tutte le fasce sociali e gli effetti più negativi hanno colpito soprattutto le famiglie numerose e quelle che si sono ritrovate senza reddito o con una forte decurtazione dello stesso“.

 

 

Clicca qui per leggere il comunicato stampa e visualizzare i dati.

 

 

Elaborato in data 5 febbraio 2014