Il fabbisogno del settore statale è in calo ad ottobre 2013 rispetto allo stesso mese del 2012. Il Ministero dell’Economia ha reso noto che lo Stato ha avuto bisogno di circa 11.500 milioni ad ottobre 2013, mentre nello stesso del mese del 2012, aveva necessitato di 13.041 milioni.

 

Il dato, sottolineano da via XX Settembre, è in linea con le stime di fine anno. In particolare, dal confronto emerge che il fabbisogno di ottobre registra un miglioramento pari a circa 1.500 milioni, nonostante l’accelerazione della dinamica dei prelievi delle amministrazione pubbliche per circa 2.200 milioni, in relazione soprattutto al pagamento dei debiti pregressi.

 

Nel confronto con lo stesso mese dell’anno precedente, il Tesoro segnala maggiori incassi da delega unica (F24) per circa 900 milioni e il minor versamento, per circa 2.800 milioni, per la sottoscrizione del capitale Esm (European Stability Mechanism). Nel 2012 questo versamento, frazionato in due rate nell’anno corrente, era stato erogato a ottobre in un’unica soluzione, pari a circa 5.600 milioni. Gli incassi fiscali del mese presentano una dinamica positiva, soprattutto per quanto riguarda l’Iva sugli scambi interni, il gettito di alcune imposte sostitutive e i contributi sociali del settore privato.