Contestualmente, la importazioni calano dello 0,4 per cento

 

Ad agosto, le vendite dell’Italia verso gli altri Paesi sono aumentate. L’ultimo report dell’Istat in materia certifica una crescita, rispetto al mese precedente, di 1,1 punti percentuali. Contestualmente, le importazioni calano dello 0,4 per cento.

 

L’export si rivela in crescita sia verso i mercati europei (+1,3 per cento) sia verso quelli extra europei (+0,9); la dinamica positiva beneficia del contributo di quasi tutti i principali raggruppamenti: la crescita dell’export dei prodotti energetici equivale al 12,6 per cento, mentre quella dei beni di consumo durevoli al 5,8.

 

Export in frenata, invece, nel trimestre compreso tra giugno e agosto: si evidenzia una flessione dello 0,4 per cento determinata, soprattutto, da un calo delle vendite pari allo 0,9 per cento verso l’area extra Ue. Anche l’andamento annuale è negativo: ad agosto, le vendite all’estero calano del 2,7 per cento rispetto all’anno precedente. Tuttavia, depurando il dato dagli effetti di calendario, l’export registra un incremento dell’1,1 per cento.

 

L’avanzo commerciale di agosto, infine, è stato pari a 2,1 miliardi di euro, in aumento di un anno rispetto all’anno precedente.

 

Mestre, 17 ottobre 2014