A questo risultato è giunto il segretario della CGIA di Mestre, Giuseppe Bortolussi, che ha messo a confronto gli ipotetici risparmi di imposta di due aziende (una ditta individuale ed una società di capitale) che beneficeranno delle agevolazioni introdotte dal Governo Monti in materia di Irap.

 

Nel caso di una ditta individuale del Centro-Nord (o società di persone),  per ogni dipendente con più di 35 anni, il risparmio di imposta sarà di 188 euro, che salirà sino a 329 euro per ogni giovane con meno di 35 anni o una lavoratrice donna. Per una ipotetica azienda del  Mezzogiorno, invece, i guadagni saranno più contenuti. Per ogni uomo over 35, il vantaggio economico sarà di 117 euro, per ogni giovane o donna, invece,  il risparmio sarà di 258 euro. Come mai i benefici saranno maggiori nel Centro-Nord ?

 

“Ciò è dovuto al fatto che le deduzioni forfetarie sul costo del lavoro – prosegue Bortolussi – sono attualmente più marcate al Sud che nel resto del Paese. Infatti, per le imprese del Centro-Nord la deduzione per ciascun dipendente è pari a 4.600 euro e, con le novità di questi giorni, salirà a 10.600 euro. Nel Sud, invece, la deduzione è di 9.200 euro e con la nuova agevolazione  si  attesterà a 15.200 euro. L’aumento, in entrambi i casi, sarà di 6.000 euro, ma al Nord questo importo avrà un impatto percentuale,  nei confronti delle  deduzioni già esistenti , superiore a quello che si registrerà nel Sud”.

 

Sempre dall’analisi della CGIA di Mestre emerge che i risparmi di imposta delle società di capitali saranno più evidenti di quelli registrati dalle ditte individuali. Infatti, se il vantaggio fiscale  su ciascun dipendente over 35 sarà di 232 euro al Centro-Nord, al Sud i risparmi per ciascun lavoratore sarà di 183 euro. Per un giovane lavoratore o una lavoratrice, invece, il risparmio di imposta per l’impresa sarà di 402 euro al Centro-Nord, mentre nel Meridione si attesterà a quota 353 euro.

 

Per quale motivo le società di capitali registreranno maggiori benefici fiscali rispetto alle piccole aziende individuali ?

 

“La ragione – conclude Bortolussi – va ricercata in questa agevolazione introdotta dal Governo Monti. Infatti, si potrà dedurre dalla base imponibile Irpef o Ires la parte dell’Irap relativa al costo del lavoro, al netto di tutta una serie di deduzioni previste dalla legge sull’Irap. Tuttavia, tra le deduzioni previste, si fa riferimento anche a quella forfetaria di 9.500 euro, che spetta solo alle piccole imprese individuali e/o alle società di persone. Per questa ragione la nuova misura favorirà maggiormente le grandi imprese”.

 

Clicca qui per visualizzare le tabelle.