S’intitola “Ghost Car” il blitz messo in atto dalla polizia stradale che ha visto il sequestro di circa diecimila vetture tra cui Rolls Royce e Ferrari, oltre a utilitarie e veicoli commerciali.

 

Il maxi-sequestro, scattato in tutta Italia, ha portato all’identificazione di veicoli intestati a persone inesistenti o prestanome e utilizzati dalla criminalità organizzata per commettere reati. Vere e proprie automobili “fantasma” perché sconosciute ai registri, che circolavano senza assicurazione, ed evitando anche pedaggi autostradali e contravvenzioni.