Le Amministrazioni pubbliche, i gestori di pubblici servizi e privati dal 14 febbraio 2013 devono richiedere la documentazione antimafia direttamente alle Prefetture competenti ai sensi degli articoli 87, commi 1 e 2, e 90, commi 1 e 2 del Codice delle leggi antimafia.

Ciò per effetto dell’entrata in vigore del Decreto Legislativo 15 novembre 2012, n. 218 – Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, recante codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2, della legge 13 agosto 2010, n. 136.”.

Le Camere di Commercio, quindi, non sono più autorizzate a rilasciare certificati camerali con la dicitura antimafia né al privato che si presenta allo sportello né alle pubbliche amministrazioni o a privati gestori di servizi pubblici.