Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha reso noto che la proroga del termine di versamento delle imposte risultanti dal Mod. REDDITI/IVA/IRAP, prevista dall’art. 37, D.Lgs. n. 13/2024, per il primo anno di applicazione del concordato preventivo, è estesa anche al versamento del diritto annuale camerale 2024.

Pertanto:

  • i soggetti ISA anche se presentano cause di esclusione dagli stessi,
  • i contribuenti in regime forfetario o di vantaggio,
  • i soggetti che partecipano agli “enti trasparenti” individuati dagli artt. 5, 115 e 116 del TUIR,

possono effettuare il versamento del diritto camerale annuale, senza alcuna maggiorazione, entro il 31 luglio 2024.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato, inoltre, un decreto correttivo del Concordato preventivo in cui è stata prevista la possibilità di effettuare i versamenti, risultanti dalle dichiarazioni dei redditi ed IRAP, oltre il termine del 31 luglio 2024, purché entro il 30 agosto 2024, con la maggiorazione dell’0,4%.  

Si ricorda che, per i soggetti non rientranti nelle casistiche individuate dalla norma, rimane confermata la scadenza ordinaria del 1° luglio 2024 (il 30 giugno cade di domenica), ovvero del 31 luglio 2024 con maggiorazione dello 0,40%.