Cos’è il Durc ?

E’ la certificazione che attesta la regolarità degli operatori economici nei confronti dell’Inps, dell’Inail e della Cassa edile. E’ requisito fondamentale per l’affidamento degli appalti pubblici e per ottenere incentivi contributivi e benefici normativi. A seconda delle finalità il Durc può essere richiesto dall’amministratore al datore di lavoro oppure acquisito d’ufficio da parte dell’amministrazione interessata.

La legge di conversione del D.L. 5/2012  ha chiarito che nei lavori pubblici e privati dell’edilizia, le Amministrazioni Pubbliche devono acquisire d’ufficio il documento.

Il Durc non è autocertificabile: nel senso che la Pa può acquisire un Durc da parte del soggetto interessato. In tal modo, si dovrebbe superare la regola prevista dall’art. 90, c. 9 del D.Lgs. 81/2008, in base alla quale il Durc deve essere trasmesso all’Amministrazione concedente, prima dell’inizio dei lavori oggetto del permesso di costruire o della denuncia di attività.

Nel caso di emissione del Durc con inadempienze contributive relative a uno o più soggetti impiegati nell’appalto pubblico, la stazione appaltante  trattiene dal pagamento l’importo corrispondente all’inadempienza e procede a saldare i debiti contributivi. In ogni caso il Durc deve evidenziare l’importo dell’inadempienza debitoria riscontrata.