L’agenzia delle Entrate si muove nella direzione del cosiddetto “Fisco amico”. Con la risoluzione 47/E del 5.07.2013 viene superato il problema delle ritenute subite dai contribuenti in regime dei superminimi. L’agenzia fa riferimento al recupero delle ritenute operate da parte di banche o poste all’atto dell’accredito dei pagamenti relativi ai bonifici disposti dai contribuenti per beneficiare di oneri deducibili o per i quali spetta la detrazione d’imposta, cioè per i bonifici relativi a interventi di recupero del patrimonio edilizio o per il risparmio energetico.

 

Questo principio, però, dovrebbe valere anche per gli altri contribuenti che hanno subito erroneamente le ritenute da parte di sostituti d’imposta diversi da poste e banche. Infatti, medici, professionisti vari o rappresentanti di commercio, potrebbero trovarsi nella stessa condizione, con il sostituto d’imposta che ha erroneamente operato le ritenute.

 

Per dichiarare i redditi del 2012, con il modello Unico 2013, i contribuenti in regime dei superminimi con il forfait del 5% devono compilare il quadro LM. In questo quadro non è però prevista l’indicazione delle eventuali ritenute subite per errore. Al riguardo si ricorda che, per i contribuenti in regime dei superminimi, l’esclusione dalla ritenuta d’acconto è dettata dalla legge e non può essere considerata una facoltà. Il regime dei superminimi è in vigore dal 1° gennaio 2012 ed è stato istituito dall’articolo 27 del Dl 98/2011, e riduce la tassazione al 5 per cento.

 

Con la risoluzione 47/E l’Agenzia delle Entrate indica anche le modalità per il recupero immediato delle ritenute subite l’anno scorso. Per le Entrate, con riferimento al periodo d’imposta 2012, le ritenute, se sono state operate e regolarmente certificate dal sostituto d’imposta (che le inserisce nel proprio modello 770), in alternativa all’istanza di rimborso prevista dall’articolo 38 del Dpr 602/1973, possono essere scomputate eccezionalmente nella dichiarazione Unico PF 2013.

 

Leggi la comunicazione dell’Agenzia delle Entrate, clicca qui.