Secondo il Tribunale di Napoli, il decreto attuativo del nuovo redditometro e più in generale lo strumento di accertamento sintetico del reddito delle persone fisiche, così come evolutosi a seguito delle modifiche apportate all’art. 38 del Dpr 600/1973 dal D.L. 78/2010 viola la legge, la Costituzione e l’ordinamento comunitario e per questi motivi non può essere applicato.