Momentaneamente, la tendenza deflazionistica sembra essersi arrestata

 

Momentaneamente, la tendenza deflazionistica sembra essersi arrestata. L’inflazione, in Italia, torna a crescere, anche se solamente di un lievissimo 0,1 per cento. Il dato, rilevato dall’Istat nel mese di ottobre, è il medesimo sia rispetto a settembre sia rispetto a ottobre dell’anno precedente. Il rialzo sarebbe ascrivibile, prevalentemente, al ridursi della diminuzione dei prezzi dei beni energetici regolamentati e dei servizi di comunicazioni (-3,5 per cento).

 

Tra i settori in cui si evidenziano i maggiori incrementi, si segnalano i prezzi dell’Istruzione (+1,8 per cento), quelli dell’alberghiero e della ristorazione (+0,7 per cento) e quelli dei mobili e dei servizi per la casa (+0,6 per cento). Gli alimentari e le bevande analcoliche crescono solamente, invece, dello 0,1 per cento. Tutti gli altri settori registrano variazioni pressoché nulle.

 

L’istituto di statistica conferma, altresì, le stime di settembre, secondo cui la dinamica tendenziale mostrava una contrazione di 0,2 punti percentuali.

 

 

Mestre, 14 novembre 2014