Con la Legge di Stabilità 2015 è stato riconosciuto un esonero contributivo a favore dei datori di lavoro privati, al fine di promuovere forme di occupazione stabile.

 

L’Inps, con la circolare n. 17 del 2015, ha rese note le regole per l’utilizzo dello sgravio contributivo che spetta ai datori di lavoro che effettuano nuove assunzioni a tempo indeterminato nel periodo dal 1° gennaio al 31 dicembre 2015.

 

L’incentivo all’occupazione consiste nell’esonero, per un periodo massimo di 36 mesi, dal versamento dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro. Sono esclusi premi e contributi dovuti all’INAIL. Rimane ferma l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche. L’esonero non può comunque essere superiore alla misura massima di 8.060 euro su base annua.

 

Secondo la circolare n. 17 del 2015, l’esonero va applicato in relazione alla misura dei contributi a carico del datore di lavoro, fatte salve le contribuzioni sopra indicate, fino al limite della predetta soglia mensile, opportunamente adeguata in caso di rapporti di lavoro part-time o ripartito.