A maggio il tasso di disoccupazione si attesta al 12,2%, in aumento di 0,2 punti percentuali rispetto ad aprile e di 1,8 punti nei dodici mesi. E’ quanto emerge dai dati provvisori e destagionalizzati su occupati e disoccupati diffusi dall’Istat. Il tasso di disoccupazione rilevato a maggio risulta il più alto dal gennaio 2004.

 

Il numero di disoccupati a maggio, pari a 3 milioni 140 mila, aumenta dell’1,8% rispetto ad aprile (+56 mila) e del 18,1% su base annua (+480 mila). A maggio 2013 gli occupati sono 22 milioni 576 mila, in diminuzione dello 0,1% rispetto ad aprile (-27 mila) e dell’1,7% (-387 mila) su base annua. Sempre secondo i dati provvisori diffusi dall’istituto, il tasso di occupazione, pari al 56,0%, diminuisce di 0,1 punti percentuali nel confronto congiunturale e di 1,0 punti rispetto a dodici mesi prima.

 

Tra i 15-24enni le persone in cerca di lavoro sono 647 mila e rappresentano il 10,7% della popolazione in questa fascia d’età. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, ovvero l’incidenza dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 38,5%, in diminuzione di 1,3 punti percentuali rispetto al mese precedente e in aumento di 2,9 punti nel confronto tendenziale.

 

Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni diminuisce dello 0,2% rispetto al mese precedente (-35 mila unita’) e dello 0,9 % rispetto a 12 mesi prima (-127 mila). Il tasso di inattività si attesta al 36,1%, in diminuzione di 0,1 punti percentuali in termini congiunturali e di 0,3 punti su base annua.

 

Anche l’Eurostat registra un nuovo record della disoccupazione in Europa a maggio. Nell’Eurozona è salita al 12,1% contro il 12% di aprile, mentre nell’Ue a 27 è rimasta stabile al 10,9%. Nel maggio del 2012 il tasso di disoccupazione era rispettivamente dell’11,3% e del 10,4%. Per quanto riguarda l’Italia, la disoccupazione è salita al 12,2%, contro il 12%.

 

Secondo i dati diffusi a Bruxelles, a maggio erano disoccupati 26 milioni e 405mila persone nell’Ue a 27, di cui 19 milioni 222mila nell’area euro. Rispetto al mese precedente, il numero dei disoccupati è aumentato di 16mila unità nell’Ue a 27 e di 67mila nell’area euro, mentre su anno è cresciuto rispettivamente di un milione e 324mila unità e di un milione e 344mila.

 

Tra i Paesi membri, il tasso di disoccupazione più basso a maggio è stato registrato in Austria (4,7%), Germania (5,3%) e Lussemburgo (5,7%), mentre quello più alto in Spagna (26,9%) e Grecia (26,8% a marzo). Negli Stati Uniti, ricorda Eurostat, a maggio si è registrato un tasso di disoccupazione del 7,6%, in lieve aumento rispetto al 7,5% di aprile, mentre un anno fa era dell’8,2%.

 

In lieve calo in Europa invece, la disoccupazione giovanile, che a maggio nell’eurozona registra un tasso del 23,8% contro il 23,9%, mentre nell’Ue a 27 del 23%, contro il 23,2%. In calo anche in Italia, dove ad aprile il tasso di disoccupazione fra i giovani sotto i 25 anni era del 38,5%, contro il 39,9% di aprile.