Calano lievemente, come si evince dai dati del ministero dell’Economia, le nuove aperture di partite Iva. Ad aprile, si è registrata una flessione del 3,3 per cento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. In tutto, ci sono state 45.879 nuove adesioni, il 72,8 per cento delle quali è stata effettuata da persone fisiche, il 20 per cento da società di capitali e il 6,4 per cento da società di persone.

 

Tra le società di capitali si è osservato l’incremento maggiore, pari al +12,6 per cento rispetto all’anno scorso. Tale rialzo deriva, con ogni probabilità, dalle recenti norme che facilitano l’apertura di Srl. Calano invece sia le aperture di persone fisiche (-6,7 per cento), sia quella di società di persone (-7,1 per cento).

 

Ancora una volta, le nuove aperture sono prevalenti nel settore del commercio, che rappresenta il 23 per cento del totale. Le attività professionali ammontano al 14 per cento, mentre l’agricoltura all’11. Rispetto all’aprile 2013, i settori in cui gli aumenti sono stati maggiori sono l’agricoltura (+4,9 per cento), i servizi informativi (+4,4 per cento) e l’alloggio/ ristorazione (+3,7 per cento). Calano sensibilmente, invece, le nuove aperture nelle attività finanziarie (-38,6 per cento) e nell’edilizia (-9,2 per cento).