Era datata 21 marzo la direttiva con la quale il Ministro dei Trasporti stanziava i fondi per i rimborsi autostradali. Il Comitato Centrale dell’Albo degli autotrasportatori nella seduta del 28 maggio ha fatto i conti, definito il saldo delle riduzioni per l’anno 2010 e le somme disponibili per l’anno 2011 che saranno stanziate tutte in un’unica soluzione.

 

Per le riduzioni dei pedaggi 2010 è ulteriormente disponibile la somma di 53.521.682 euro, al netto di 200.000 euro da accantonare per la definizione dell’eventuale contenzioso connesso alla procedura di erogazione dei rimborsi relativi allo stesso anno 2010 o agli anni precedenti. Per l’anno 2011, invece, sono disponibili 150 milioni di euro.

 

Scopriamo i dettagli:

Pedaggi 2010 – La somma totale destinata alla riduzione dei pedaggi relativi all’anno 2010 è pari ad 151.739.790,20, di cui 98.218.108,20 già liquidati in acconto alle imprese che avevano titolo e 53.521.682,00 che vengono appunto stanziati adesso e quindi saranno versati a saldo. A questo punto il Comitato Centrale ha potuto ridefinire, considerata la somma complessiva disponibile, le effettive percentuali di rimborso che saranno riconosciute agli interessati in funzione del loro fatturato annuo in pedaggi.

 

Pedaggi 2011 – Per le riduzioni dei pedaggi 2011 il Comitato Centrale ha invece verificato la disponibilità di 150.000.000 di euro. In pratica molto simile (un milione in meno) a quella relativa all’anno 2010. Di conseguenza è probabile che anche le percentuali di sconto saranno abbastanza simili, anche se va considerato che l’entità minima di pedaggi versati è salita nel 2011 a 100.000 euro, rispetto ai 51.000 dell’anno precedente. E questo potrebbe fare aumentare leggermente la percentuale.