Emanato il cosiddetto “Decreto Proroghe”   in cui sono contenute disposizioni di natura fiscale di particolare interesse (DL n. 132 del 29 settembre 2023,GU n. 228 del 29 settembre 2023).

RIDETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE CRIPTO-ATTIVITÀ (ARTICOLO 2)

La rideterminazione del valore fiscale delle criptoattività detenute al 1° gennaio 2023 prevista dall’ultima Legge di Bilancio per il 2023 (Legge n. 197/2022), e il versamento dell’imposta sostitutiva del 14%, dovrà essere effettuata entro il 15 novembre 2023.

RIMESSIONE IN TERMINI CONCERNENTE IL VERSAMENTO DI TRIBUTI E CONTRIBUTI (ARTICOLO 3)

L’articolo 3 in analisi dispone che i versamenti dei tributi, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria, in scadenza nel periodo dal 4 al 31 luglio 2023, dovuti dai soggetti che, alla data del 4 luglio 2023, avevano la residenza ovvero la sede legale o la sede operativa nei Comuni interessati dagli eccezionali eventi meteorologici che hanno colpito il territorio della Regione Lombardia nel medesimo periodo, per i quali è stato dichiarato lo stato di emergenza con deliberazione del Consiglio dei ministri del 28 agosto 2023, si considerano tempestivi se effettuati in un’unica soluzione entro il 31 ottobre 2023, senza l’applicazione di sanzioni e interessi.

ASSEGNAZIONE AGEVOLATA AI SOCI (ARTICOLO 4)

Con l’articolo 4 del decreto in oggetto è stata accolta la richiesta di proroga dell’assegnazione agevolata dei beni ai soci. Si ricorda che la Legge di Bilancio 2023 ha previsto, per le società di persone commerciali e per le società di capitali, la possibilità di assegnazione, cessione ai soci di beni mobili e immobili iscritti a pubblici registri a condizioni agevolate. Per le cessioni e le assegnazioni è previsto il pagamento di un’imposta sostitutiva dell’8 per cento o del 10,5 per cento in caso di società di comodo. Il termine originario era fissato al 30 settembre 2023 ora prorogato al 30 novembre 2023. Il pagamento dovrà avvenire in un’unica soluzione entro la medesima data.

REGOLARIZZAZIONE DEGLI OBBLIGHI INFORMATIVI CONTENUTI NEL QUADRO RS DEI CONTRIBUENTI FORFETTARI RELATIVI AL PERIODO D’IMPOSTA 2021 (ARTICOLO 6)

L’articolo 4 dispone un rinvio al 30 novembre 2024 del termine per effettuare la regolarizzazione degli obblighi informativi contenuti nel quadro RS dei contribuenti forfettari relativi al periodo d’imposta 2021. In sostanza, con tale disposizione viene concesso più tempo ai contribuenti per valutare l’invio di una dichiarazione integrativa per l’anno 2021 con l’indicazione degli elementi informativi richiesti nei righi da RS371 a RS381 del quadro RS.

MISURE URGENTI IN MATERIA DI CONTRIBUTO STRAORDINARIO, SOTTO FORMA DI CREDITO D’IMPOSTA, IN FAVORE DELLE IMPRESE PER L’ACQUISTO DI ENERGIA ELETTRICA E GAS NATURALE (ARTICOLO 7)

L’articolo 7 del decreto con riferimento ai bonus energia per le imprese relativi alle spese sostenute nel 1° e nel 2° trimestre dell’anno in corso dispone che questi possano essere utilizzati in compensazione entro il 15 novembre 2023 anziché entro il 31 dicembre 2023.

La lettera b) dell’articolo 7 anticipa al 15 novembre 2023 il termine di utilizzo in compensazione del credito anche per i cessionari che hanno acquistato i predetti crediti.

ENTRATA IN VIGORE (ARTICOLO 15)

Il presente decreto entra in vigore il 30 settembre 2023, ovvero dal giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.