La nuova disciplina (D.L. 83/2012) sulla responsabilità fiscale solidale tra appaltatore e subappaltatore per il versamento delle ritenute sui redditi di lavoro dipendente e dell’Iva, nell’ambito dei contratti di appalto e subappalto di opere e servizi, chiama in causa anche i professionisti e i Caf che li assistono.

Il regime di responsabilità solidale non opera solo con riferimento agli adempimenti di natura fiscale, ma comprende anche quelli riferiti a retribuzione, contribuzione e premi assicurativi. Viene escluso, invece, qualsiasi obbligo per le sanzioni civili, di cui risponde solo il responsabile dell’inadempimento.