l’Agenzia delle Entrate ha fornito i primi chiarimenti in relazione alla rottamazione delle cartelle.

Tra le precisazioni più rilevanti si cita quanto segue:
– cartella rateizzata: se la 1° rata/soluzione unica non viene pagata interamente alla scadenza, la definizione non si perfeziona e si può tornare al vecchio piano di dilazione
– definizione parziale: è limitata alla singola “partita” all’interno del ruolo, cioè a quanto è rinvenuto dal singolo procedimento di controllo (controllo automatizzato; accertamento; ecc.)
– ruolo con sole sanzioni: sono definibili, rimanendo dovuto le eventuali spese esecutive
– ruoli definibili: sono quelli “trasmessi” telematicamente all’agente della riscossione entro il 31/12/2016
– contenzioso: viene confermato quanto sostenuto a Telefisco 2017: il contenzioso prosegue e la rottamazione limita i suoi effetti alla quota di imposta eventualmente dovuta in base alla sentenza.

 

SCARICA QUI LA CIRCOLARE DELL’AGENZIA ENTRATE