Slitta a lunedì 18 dicembre la possibilità di effettuare il pagamento, senza sanzioni né interessi di mora, delle prime due rate della Definizione agevolata delle cartelle (rottamazione quater).

A stabilirlo è il “Decreto Anticipi” approvato in via definitiva dal Parlamento. Per cui i versamenti con scadenza il 31 ottobre 2023 (prima o unica rata) e il 30 novembre 2023 (seconda rata) si considerano tempestivi se effettuati entro il 18 dicembre prossimo. Tuttavia, per tale scadenza non sono previsti i 5 giorni di tolleranza.

Si ricorda che nel caso in cui il pagamento non venga effettuato o sia effettuato oltre il termine ultimo oppure sia di ammontare inferiore rispetto all’importo previsto, si decadrà dai benefici della “rottamazione” e quanto già corrisposto sarà considerato a titolo di acconto sul debito residuo.

Mestre 15 dicembre 2023