All’asta di Btp, il Tesoro ha fatto il pieno. Tutti i 6,25 miliardi di titoli in offerta sono stati venduti; in particolare, sono stati collocati 4 miliardi di euro di Btp triennali a un tasso dell’1,07 (sopra il minimo record dello 0,93 per cento della scorsa emissione).

 

La domanda, in questo caso, è stata 1,53 volte superiore all’offerta. Sono stati, inoltre, piazzati 2,5 miliardi di euro di Btp a sette anni, con un tasso del 2,29 per cento, contro il 2,44 della precedente emissione.

 

Il Tesoro ha, quindi, fatto sapere di essere in procinto di emettere un nuovo Btp benchmark a 15 anni; il mandato per il collocamento sindacato del nuovo strumento finanziario, con scadenza al primo marzo 2030, è stato affidato alle seguenti banche: Deutsche Bank A.G., HSBC France, JP Morgan Securities PLC, Monte dei Paschi di Siena Capital Services Banca per le Imprese S.p.A. e Royal Bank of Scotland PLC. Via XX Settembre fa sapere che la transazione sarà effettuata nel prossimo futuro, considerando le condizioni di mercato.