L’ Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture ha pubblicato i quesiti operativi più frequenti (Faq). La tracciabilità è una delle questioni più importanti in tema di appalti negli enti locali e non solo, viste le complesse implicazioni anche per i soggetti economici. Tra i punti più spinosi della questione c’è l’inesistenza di un limite di importo. La legge prevede, infatti, che i nuovi obblighi si applichino a tutti i contratti di appalto di lavori, servizi e forniture tra un committente pubblico e un operatore economico, indipendentemente dalle procedure di affidamento (gara, servizi in economia eccetera) e senza differenza fra modalità di stipula del contratto (contratto formale, ordine a seguito di offerta eccetera). La portata applicativa della nuova disciplina, quindi, è ampia e comprende anche i contratti relativi a piccole forniture o a servizi di modico valore, acquistati in economia.

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE I QUESITI PIU’ FREQUENTI E LE RISPOSTE

NOTIZIE CORRELATE: TRACCIABILITA’ APPALTI: NUOVI CHIARIMENTI