La Commissione Industria del Senato ha apportato le seguenti modifiche al decreto legge sulle liberalizzazioni:

 

·    abolizione dell’obbligo di preventivo scritto per le prestazioni professionali,

 

·    in attesa di un apposito decreto ministeriale, le tariffe professionali rimarranno un riferimento solo per le liquidazioni giudiziali,

·    le Srl semplificate, con capitale sociale a partire da 1 euro, costituite da giovani al di sotto dei 35 anni richiederanno un atto notarile, ma non sono previste spese per questa prestazione,


·    la Chiesa pagherà l’Imu per la parte di immobili destinati ad attività esclusivamente commerciali,

 

·    azzeramento delle commissioni bancarie sulle linee di credito,

 

·    possibilità di stipulare un mutuo anche presso una banca dove il richiedente non ha acceso un conto corrente,

 

·     previo accordo contrattuale, ci sarà una riduzione del premio per quanto riguarda Rc auto e “automobilisti virtuosi”.

 

VISUALIZZA DECRETO LIBERALIZZAZIONI

 

VISUALIZZA RELAZIONE ILLUSTRATIVA