Con il decreto semplificazioni sarà più semplice, e in alcuni casi meno costoso, la visita medica per la patente. Si potrà infatti fare dal medico di base, senza più il bisogno di rivolgersi esclusivamente alle Asl o ai medici che operano presso agenzie di pratiche automobilistiche e autoscuole.

 

L’unica eccezione coinvolge gli ultraottantenni, ma anche questi ultimi incontrano nel decreto pubblicato ieri in GU qualche novità di rilievo. Per quest’ultimi la visita rimane ogni 2 anni e non riguarda più solo i titolari di patente automobilistica, ma diventa obbligatoria anche per i titolari di patentini per motorini e microcar. Non sarà più obbligatorio passare dalle commissioni mediche locali: la visita infatti si potrà fare anche presso le Asl o dai medici che lavorano con le autoscuole. Questa novità nasce per superare l’ingolfamento delle commissioni mediche.